Non carte, ma gente

Carte usate, carte sprecate. Scorrono davanti a me, automa burocrate che chiama, consegna, segue, riceve, strappa, imbuca, controlla. Non conto più i voti. Non conto più le facce incollate sui manifesti stradali. Non vedo più neanche i colori. Quelli, di certo, sono spariti. Vedo occhi veri, di gente che procede lenta, in attesa, le gambe … Leggi tutto Non carte, ma gente

Tracce labroniche lungo il fiume Brembo

Sulle rive del Brembo, a San Pellegrino Terme, c'è un'ombreggiata balaustra che attira i miei avambracci per sporgermi meditabondo, la testa rannicchiata tra pensieri a mezza manica. T'acchiappa lo sguardo, un maestoso albergo Liberty abbandonato con stile, ma svecchiato dall'incuria. Lo incornicio tra le foto effimere del weekend digital diary.   Solo allora noto le … Leggi tutto Tracce labroniche lungo il fiume Brembo

Rimasugli di Natale

Soffocata da luci pacchiane, offuscata da babbi che suonano il sax  ondeggiando il sedere e scalano le finestre, eccola, la poesia del Natale, appiccicata a palle d’oro e d'argento di un albero gettato via e piegato, in disparte, al progresso. Cosparse di brillantini kitch, riflettono l’odore di veri abeti che troneggiavano con spavaldo disprezzo d’ambientalisti e attiravano gli occhi di quindici … Leggi tutto Rimasugli di Natale